10 passi Kung-Fu verso il successo nel 2010

Buon anno 🙂 ! Spero che tu abbia passato un Veglione di Capodanno scoppiettante con i tuoi amici e/o la tua famiglia… Dunque il 2010 è appena cominciato. Non so te, ma il mio cervello di scienziato pazzo è pieno di pensieri sugli obiettivi che voglio raggiungere nel 2010. Hai pensato alle cose che vuoi ottenere nel 2010 ?

Se non ti piace ragionare per obiettivi, pensa a problemi da risolvere o sfide da vincere.

Ti raccomando di prenderti un pò di tempo in queste giornate di 2010 novello e determinare esattamente “i bersagli” sui quali puntare…

Ogni tanto spulcio tra gli appunti che ho preso in questi anni di allenamenti e stage con specialisti di ogni genere. Quello che ho trovato qualche tempo fa afferma che

============================================================

il segreto per il successo in ogni campo è determinato dal seguire 10 passi:

============================================================

==> 1. (come diceva il monaco) sapere ESATTAMENTE ciò che vuoi – e capirlo in quest’epoca confusionaria e piena di distrazioni ed influenze negative è un vero macello, ma vale la pena impegnarsi in questo senso.

==> 2. Individuare le ragioni emozionali per cui vuoi raggiungere quegli obiettivi (es. frustrazione attuale)

==> 3. Scopri i benefici pratici che ti deriveranno dal raggiungere quegli obiettivi

==> 4. Identifica chiaramente le cose negative che ti succederanno se non raggiungerai i tuoi obiettivi (o non avrai risolto quei problemi o vinto quelle sfide)…

==> 5. Modella il successo ed impara i “Come fare per…” da qualcuno che ha già fatto quello che vorresti fare tu… guarda i bambini: non ne sanno nulla di tecniche di miglioramento personale eppure sognano in grande ed imitano istintivamente “i grandi” (poi si perdono grazie a noi…)

==> 6. Crea il “Tuo Piano d’Azione” e comincia a seguirlo immediatamente.

==> 7. Ricordati ogni santo giorno gli obiettivi che ti sei posto e non andare a letto senza aver fatto qualcosa per procedere anche di un solo centimetro per avvicinarti al raggiungimento dei tuoi obiettivi !

==> 8. Controlla in continuazione i risultati che derivano da ciò che stai facendo ed ogni settimana chiediti se ti stai avvicinando al raggiungimento dei tuoi obiettivi nel seguire il piano che ti sei fatto. Se Sì, continua a fare ciò che stai facendo, se No, cambia i tuoi piani. Come diceva qualcuno, l’unica follia è quella di continuare a fare ciò che non funziona.

==> 9. Continua a “martellare” finchè non raggiungi i tuoi obiettivi, non arrenderti mai e ricordati che “non ci sono fallimenti, solo risultati”.

==> 10. Una volta che avrai raggiunto i tuoi obiettivi, datti una ricompensa (solo dopo, non prima), prefiggiti nuove mete e ripeti il processo.

=========

In pratica

==========

Bene, questa era la teoria, la pratica è leggermente più complicata 🙂 Io lascio spazio agli imprevisti… Potrebbe succedere che non raggiungi un determinato obiettivo, ma arrivi ad un altro 🙂 Per me Rigidità = Morte, quindi concediti un pò di flessibilità nei piani che ti proponi di seguire. Così avrai il tempo/spazio per aggiungere/cambiare/togliere al volo ciò che non funziona…

Osho Rajneesh si chiedeva sempre se sia giusto porsi degli obiettivi, perché per raggiungerli la gente può diventare meschina… ma io non sono qua per fare la predica a nessuno, non siamo mistici ed una buona organizzazione nella nostra società è utile se non indispensabile 😀

…E se non raggiungi l’obiettivo ? Chi se ne frega ! Vale più la tua salute mentale che diventare matto per ottenere ciò che vuoi… comunque ti sarà servito a qualcosa ciò che hai fatto: il mio maestro dice che “qualunque cosa fai , un effetto lo ha sempre”.

E ricordiamoci che siamo esseri umani e non può andare tutto liscio subito… abbiamo i nostri alti e bassi, l’importante è che la media delle nostre azioni sia positiva, cioè che ci aiuti a migliorare 😀

Ti auguro il meglio per il 2010 !

Lascia pure un tuo commento sul 2010 😀

Simone Carozza