Fitness e Benessere : Come Avere Più Energia [Parte 1]

sole fonte di energiaCiao, oggi ti parlo di energia, ma andiamo per gradi …

Per fitness si intende condizione di buona forma fisica, dal punto di vista delle prestazioni e, di rimbalzo, dal punto di vista estetico. Una buona forma fisica ti permette di svolgere più facilmente mansioni della vita quotidiana come spostare, alzare pesi per un tempo relativamente lungo.

Ti eserciti per ottenere quello stato fisico e mentale in cui tutto ti venga sempre più facile e ne derivi un benessere duraturo, magari in ogni campo della tua esistenza. Si torna in un modo o nell’altro al vecchio detto mens sana in corpore sano… mi sa che i latini avevano già capito tutto 😀

Ciò che sta alla base di questa condizione è l’energia.

I fisici dicono che l’energia è la capacità di compiere un lavoro. Gli orientali dicono che è quel flusso che tutto muove e governa. Indipendentemente da come la chiami e da cosa sia veramente, hai bisogno di energia per stare in piedi e portare avanti tutto ciò che ti passa per la testa.

Oggi la vita moderna ti richiede sforzi continui e serrati, privandoti dell’energia per fare e stare bene. Oggi le persone sono sottoposte continuamente allo stress.

Ci sono molti modi per cui l’allenamento per il fitness e le strategie del benessere ti consentono di avere più energia per fare le cose e reagire allo stress in modo egregio.



Come avere più energia con … le Posizioni per la Meditazione:

Esistono posizioni che danno energia. Le posizioni del corpo in cui chiudi le tue etremità tendono a fati conservare le energie – il tuo Qi, Prana, Spirito Santo (chiamalo come ti pare) – alcune addirittura ti aiutano a fare il pieno di energia. A me piace pensare che prendi questa energia dall’ambiente… e molti dicono che è così !

1) sedia ortodossa – non sapendo che nome dare a questa posizione semplice ma estremamente salutare, la chiamo così. Mantak Chia e Khadro la utilizzano come base per le tecniche di meditazione. Ti siedi sull’orlo di una sedia, con la schiena dritta, le spalle rilassate ed il mento rivolto verso il basso. Secondo i taoisti, questa posizione ti consente di attivare la circolazione dell’energia all’interno del tuo organismo.

sedia "ortodossa"
sedere con la schiena dritta

Le donne tendono a sedersi naturalmente in questa maniera. Osserva come si siedono sullo scooter, dritte come fusi.

2) posizione del mezzo loto

Probabilmente almeno una volta nella tua vita ti sei seduto per terra in questo modo. La posizione del mezzo loto è una delle prime posizioni per affrontare la meditazione da seduto – come lo Za-Zen – e che ti permette di ricaricarti di energia come si deve.

Dovresti sedere con la schiena dritta, per aiutarti puoi appoggiarti ad un muro. Le gambe sono incrociate, ad esempio il piede sinistro sulla coscia della gamba destra, il piede destro sotto il gluteo della gmaba sinistra. Siediti in silenzio in questa posizione per qualche minuto e ascolta il tuo corpo per sentir crescere la tua energia.

mezzo loto
posizione del mezzo loto

I bambini siedono istintivamente in questo modo e dispongono il loro corpicino nell’ambiente in modo quasi divino. Sono dei piccoli Buddha che illuminano come fari le vite di chi li circonda con la loro energia debordante…

bimbo in posizione di meditazione
bimbo che dorme o ... medita ?

 

3) posizione del loto

Il loto è la posizione classica per la meditazione da seduto e per la quale diventi conduttore delle energie del cielo e della terra. Speriamo che non mi senta Piero Angela 😀 La posizione del loto è per persone che già abbiano acquisito una padronanza della posizione del mezzo-loto e dotate di buona flessibilità.

Immagina un filo a piombo che passi dall’estremità inferiore della tua colonna vertebrale (il coccige) alla sommità della testa – questo vale anche per il mezzo-loto. Siedi dritto e senza ingobbirti, respirando profondamente, con le gambe incrociate. Con la pratica sentirai il potente effetto di ricarica della tua energia personale … e rilassamento che la posizione del loto ha sul tuo corpo.

posizione del loto
posizione del loto

 

Come avere più energia con … l’Allenamento:

1) allenamento metabolico

Allenamento così chiamato perché stimoli il metabolismo (la velocità alla quale consumi energia). Sono tutti quegli esercizi eseguiti a media intensità per tempi prolungati, a cavallo tra l’esercizio aerobico ed anaerobico. Un esempio è l’allenamento a circuito che Pignatti (fonte 1) definisce come allenamento per migliorare l’energia.

In pratica con un allenamento a circuito di media intensità aumenti la tua capacità di compiere un lavoro, insomma avrai l’energia per fare più cose.

2) allenamento della forza, potenza, velocità

Con l’allenameno della forza, della potenza e della velocità dai fondo alle tue risorse di energia pronta, l’ATP ed il glicogeno. Per fortuna il tuo organismo compensa questo svuotamento, ricaricando le tue riserve un pò di più. Dopo qualche tempo, lo stesso tipo di allenamento è una bazzecola… e nella vita quotidiana hai una marcia in più.

Ferrari
... una marcia in più ...

Photo Credit:  zenchic

Ciò che fai in allenamento si riflette nella vita, se sei rapido e potente, lo sarai anche nelle tue azioni e atteggiamenti. La gente che ti circonda ti percepirà come una persona che emana pura energia.

3) Allenamento della resistenza

L’allenamento della resistenza dovrebbe essere il primo passo per affacciarsi ad un efficace allenamento della forza. Un buon livello di resistenza ti permette sviluppare un cuore più grande e resistente alla fatica, di avere più fiato e di utilizzare meglio l’ossigeno ed i carboidrati come fonte di energia per le tue imprese nello sport … e nella vita.

Degli ottimi allenamenti della resistenza sono l’allenamento aerobico ed anaerobico con la corsa e l’interval training.

Così, le passeggiate saranno veramente … una passeggiata, le camminate in montagna e le partite a calcetto una bazzecola 🙂

4) L’allenamento in generale ti dà energia e ti aiuta ad affrontare lo stress con maggior vigore.

L’allenamento svuota temporamente l’organismo delle sue risorse energetiche, che però recuperi in seguito, in vista di future scorribande 🙂

La stanchezza aumenta l’energia (Antonio Contini).

I muscoli conducono energia e sono delle corazze per i tuoi organi interni, per questo vanno stimolati per mantenerne l’integrità e la forza. L’allenamento per la massa muscolare e lo stretching stimolano i meridiani e la circolazione del Qi,  dandoti più energia.

If you can see this, then you might need a Flash Player upgrade or you need to install Flash Player if it's missing. Get Flash Player from Adobe.

Evento: allenamento Maradona

 

Un aneddoto …

J. Staley, nel suo libro Mente Milionaria racconta del Dr. Peterson che affrontava ogni mattina allenamenti in stile marines. Ogni mattina, appena svegliato, allenamenti di un’ora molto intensi.

Il Dr. Peterson affermava che questi allenamenti gli davano un’energia non solo fisica, ma anche mentale.

Questa energia lo aiutava ad affrontare rischi finanziari per la sua attività che in passato non si sarebbe neanche sognato di prendere in considerazione. Ad esempio, si era preso il rischio di comprare costosi macchinari per il suo laboratorio dentistico, in vista di un’espansione della sua attività che poi si è verificata.
Quali sono le posizioni della meditazione (o magari del kamasutra ;-)) ed i metodi di allenamento che ti aiutano ad avere più energia ?

A presto con la seconda parte di “Fitness e Benessere : Come Avere Più Energia”. Hasta la proxima 😀
(fonte 1) Pignatti (1986), Forza e Velocità

10 pensieri su “Fitness e Benessere : Come Avere Più Energia [Parte 1]

  1. >> Peter in teoria il loto è una posizione evoluta, dovresti stare dritto senza l’aiuto del muro … ma se ti appoggi al muro nessuno ti dà la multa 😀

  2. Ciao Simone
    questo tuo articolo è meraviglioso, anche perché da uno come te, preciso a livello quasi scientifico nello spiegare gli esercizi, non mi aspettavo un’apertura mentale verso il “mondo delle energie”. Bravo mi fa piacere.
    Adesso la domanda: per la posizione del loto posso ugualmente appoggiare la schiena ad un muro così come in quella a mezzo-loto?

  3. >> Luca … chiarisco di nuovo.

    In questo articolo ci sono 3 posizioni tra cui scegliere per caricarsi di energia (e non per meditare) tutte sicure se praticate al momento giusto e ho chiesto ad un eventuale lettore se utilizzasse altre posizioni per avere più energia -. Tu ti sei precipitato a dire che come posizione per la meditazione la seiza è più confortevole del loto … questo forse sarà vero per te ed in un certo contesto. Il fraintendimento sta qui, sta nel fatto che stiamo parlando di energia e non di meditazione e nel fatto che hai consigliato questa posizione ad una persona di cui non sai nulla.

    Te lo ripeto, la sequenza di 3 posizioni per la meditazione – da utilizzare per caricarsi di energia – ha il suo perché, la posizione che hai citato tu può andar bene per te (e ti ringrazio per aver condiviso la tua opinione) e per chi ha un certo grado di flessibilità, ma può essere molto fastidiosa per altri …

    Vedi, queste sono il tipo di discussione che saltano fuori nei forum : si comincia in un punto e si parte per la tangente tra giustificazioni e casini vari… dimenticando l’origine della discussione, cioé la domanda “quali sono le posizioni della meditazione ed i metodi di allenamento che ti aiutano ad avere più energia ?”. Infatti di energia nei commenti si è parlato ben poco 🙂 …

    Non occore che ti scusi, non hai fatto niente di male, solo andavano chiarite certe cose.

    Un saluto a te 😀

  4. Mi scuso, non era assolutamente mia intenzione “usurpare” il tuo blog. Volevo solo dare la mia opinione (che ti assicuro non essere assolutamente basata su 2 letture fatte a caso in rete) perchè mi era sembrato che Ametista volesse provare qualcosa di diverso, tutto qui…e quando ho detto che ero disposto a dare precisazione, ovvimanete, intendevo riguardo alle cose dette da me, non certo a quelle presentate nel tuo articolo (che ho letto…)

    Evidentemente questo fraintendimento è stato causato dal fatto che io sono più abituato a scrivere su forum dove ognuno condivide le proprie idee ed esperienze, piuttosto che su blog personali.

    Quindi mi scuso nuovamente, errore mio.

    Un saluto.

  5. >> Luca … sembra che tu non abbia letto l’articolo. Le posizioni energetiche che ho illustrato non le ho messe a caso, ma con un filo logico : la difficoltà di esecuzione è progressiva. Si comincia con la sedia ortodossa, poi si passa al mezzo loto che è confortevole per la maggior parte delle persone e poi, dopo aver padroneggiato la posizione del mezzo loto – avendo sviluppato anche la necessaria flessibilità – si passa alla posizione del loto.

    Le torsioni alle caviglie ed alle ginocchia sono eccessive per chi non ha mai provato il mezzo loto … la posizione in ginocchio – o “seiza” come la chiami tu – può essere molto più fastidiosa della posizione del loto, per quelli che soffrono di problemi alle ginocchia. Nella mia esperienza ho notato che molti principianti mal la sopportano. All’inizio della mia pratica marziale, io non la sopportavo. La seiza può essere addirittura dannosa per chi ha problemi alle ginocchia. E io non voglio che nessuno dei miei lettori possa farsi male.

    Ci sono 3 posizioni in questo articolo, se Ametista Blu vuole qualcosa di più raccolto, può scegliere la posizione del mezzo loto. A me sta bene che tu usi la seiza, ma non sta bene che ignori quello che ho scritto nell’articolo proponendo ad una persona che non conosci una tecnica che potrebbe creare danni. Le informazioni vanno poste nel giusto contesto, non si buttano ai 4 venti solo perché si trovano in Internet.

    … e se permetti, questo è il mio blog, e se Ametista Blu vuole chiedere chiarimenti, le chiede a me… anche perché le spiegazioni confuse creano ancora più confusione 😉 Grazie.

    PS. la tua immagine è rosa perché assegnata automaticamente.

  6. >> Ametista Blu: La posizione della sedia, come dice Simone, è facilissima, ma se vuoi provare qualcosa di più “raccolto” prova a cercare in internet “seiza” con qualche accorgimento lo si può rendere più confortevole anche per le caviglie, ad esempio sedendosi su un cuscino o una coperta ripiegata e scaricare il peso dalle caviglie. Se anche così fosse ancora troppo scomodo potresti porre sotto alle gambe un’altra coperta ripiegata lasciando le caviglie oltre l’orlo in modo da fletterle meno.
    Ok, forse sono stato un po’ confuso nella spiegazione eheh ma se ti interessa ed hai bisogno di qualche chiarimento chiedi pure 😉

    P.s. ma perchè la mia immagine è sempre rosa??? Ma sono io tonto che non riesco a cambiarla o sono assegnate automaticamente?

  7. >> Ametista (complimenti per il nick suggestivo) le vere sfighe sono altre … per te la posizione della sedia ortodossa, la prima che mostro nell’articolo. E’ facilissima. Ciao 😀

  8. Ciao Simone, è da un po’ che non commento sul blog…Come posizione per la meditazione consiglio anche il seiza (magari reso più comodo da un cuscino alto e duro) visto che è più confortevole del loto e consente di mantenere la schiena dritta anche a chi è dotato di minore elasticità. Il loto è sicuremente una bella e stabilissima posizione, il problema è che anche quelli che riescono a raggiungerlo, molte spesso, costringono le loro caviglie e ginocchia ad una flessione e torsione eccessive; infatti per potersi sedere comodamente e senza rischi in loto si dovrebbero rendere elastici tutti quei muscoli che rendono difficoltosa la rotazione del femore nell’anca.
    Comunque complimenti per sottolineare sempre l’importanza del benessere in senso generale e non solo fisico.

    Un saluto!

I commenti sono chiusi.