150 dell’Unità d’Italia : I Grandi Atleti dello Sport Italiano – [Special]

Ciao, in occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, voglio dedicare un post a quegli atleti che hanno permesso allo Sport Italiano di portarsi più volte sul tetto del mondo.

Faccio una premessa: penso che i confini siano una sciocchezza, dovremmo essere tutti uniti (invece di pensare ognuno al proprio orticello) dal Cile alla Corea del Nord … per ora questo non è possibile, allora ringrazio di essere nato in un Paese dove sono piuttosto libero, posso mangiare della buona pizza e bere ogni tanto dell’ottimo vino rosso quando mi pare (e senza ingrassare, con la giusta strategia) 😀

Detto questo, ti presento coloro che del fitness ne fanno una professione, nel senso che, se non sono in forma, non vincono 😛

Ovviamente la lista degli atleti che qui presento non può essere completa, ma ti presento quelli che secondo me hanno colpito l’immaginario collettivo e che più hanno solleticato il mio cervellino (e quelli che mi ricordo, eh).

Magari con le loro imprese faranno scattare in te quel qualcosa che ti permetterà di ottenere grandi risultati, nel tuo piccolo, nei tuoi sport preferiti, nel miglioramento della tua forma fisica.

 

1- Fausto Coppi

Fausto Coppi è stato un ciclista molto popolare negli anni ’40 e ’50. Aveva un fisico esile, ma dal fiato sovrumano ed una rara resistenza alla fatica, che gli permetteva di eccellere sia in piano che in salita.

Fausto Coppi vinse 5 giri d’Italia, 2 Tour de France e molte altre competizioni (Milano-Sanremo, Parigi-Roubaix), fu campione del mondo nel 1953.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=Nnr2TZ2JKvs[/youtube]

Song: Coppi, 1988, Gino Paoli

… un omino che non ha la faccia da campione con un cuore grande come l’Isoard …



Non posso lasciar fuori il suo antagonista numero 1 : Gino Bartali. “Ginettaccio” vinse 3 giri d’Italia e 2 Tour de France.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=La5JBSEdIe0[/youtube]

Song: Bartali, 1979, Paolo Conte

… e i francesi che si incazzano 😀 …

 

2- Livio Berruti

Campione dei 200 metri, sconfisse i potenti americani alle Olimpiadi del 1960 a Roma. Risultato storico. Berruti all’epoca stabilì il nuovo record olimpico e uguagliò il record mondiale di allora: 20 secondi e 05 (oggi 19 e 19).

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=qKYrtzU380c[/youtube]

Evento: Olimpiadi 1960, Roma, Berruti nei 200 metri piani

… non ha eguali nella curva, quasi per lui la forza centrifuga non esistesse … Berruti sorpassa le vittime della Forza centrifuga …

 

3- Nino Benvenuti

Nino Benvenuti è un ex-pugile istriano che vinse l’oro olimpico nel pugilato nel 1960 e fu campione del mondo a più riprese, a cavallo del 1967 e 1970. Tecnico e rapido, si distinse per la sua classe e ancora oggi brilla fuori dal ring per grande signorilità.

Epiche le sue battaglie con l’americano Emile Griffith e con l’argentino Monzon.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=kP3bXXvOvdc[/youtube]

Evento : Griffith vs Benvenuti, Madison Square garden, 1968; Nino diventa campione del mondo

 

4- I fratelli Abbagnale

Giuseppe e Carmine Abbagnale sono due campioni campani che hanno dominato il canottaggio negli anni 80 e primi anni 90. Hanno vinto 2 medaglie d’oro alle Olimpiadi (1984, ’88) e 7 campionati mondiali nella disciplina del due con.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=CAQigznZgx4[/youtube]

Evento: Olimpiadi di Seul 1988, gli Abbagnale conquistano l’oro



Indimenticabili i commenti di Giampiero Galeazzi alle pagaiate dei due fratelli: le urla di incitamento di “Bisteccone” erano così appassionate che forse arrivavano in qualche modo ai due fratelloni Abbagnale … e li aiutavano a vincere 😀

 

5- Pietro Mennea

Velocista degli anni 70 e 80 , prodigiosi erano i suoi recuperi nei 200 metri piani, grazie ai quali vinse l’oro olimpico nel 1980 a Mosca. Mennea ha primeggiato su distanze nei quali gli atleti di origine afro-caraibica la fanno da padrone. Mennea e’ stato dententore anche di 3 titoli europei.

Nel 1979 stabilì un record mondiale sui 200,  19″72, che resistette per 17 anni.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=VCBrcoLEnAM[/youtube]

Evento: Pietro Mennea, “the flying white”, vince l’oro sui 200 metri piani, Mosca 1980

 

6- Sara Simeoni

Sara Simeoni è stata un’atleta di salto in alto, contemporanea di Pietro Mennea. Sara vinse la medaglia d’oro alle Olimpiadi di Mosca nel 1980 – stabilendo il record olimpico -, gli europei nel 1978 – record mondiale con 2 metri e 01 cm. Vinse anche 4 titoli europei (1977, ’78, ’80, ’81).

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=cBhmmwcsFQQ[/youtube]

Video : Sara Simeoni, una leggenda vivente

 

7- Roberto Baggio

Uno dei giocatori di calcio migliori di sempre, dotato di classe sopraffina. Proverbiali le sue giocate ai Mondiali del 1990 in Italia, vedi serpentina in Italia – Cecoslovacchia, purtroppo non sufficienti all’Italia per vincere il titolo.

Nel 1994 porta (da solo) l’Italia in finale con il Brasile, ma sbaglia un rigore (insieme a Baresi e Massaro), regalando il mondiale al Brasile più asettico che io ricordi.

Non è un rigore a macchiare la carriera di questo asso del calcio italiano. Ha segnato 205 gol in serie A, ha vinto il pallone d’oro (1993), 2 scudetti, 1 Coppa Italia, 1 Coppa delle Coppe e una marea di altri premi come miglior giocatore di questo e quello 😉

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=T6aQQsgqeFo[/youtube]

Video: compilation, Robi Baggio, Il Divin codino

 

8- Alberto Tomba

Alberto Tomba è stato uno sciatore della fine degli anni ’80, inizi anni ’90 – ma credo che scii anche adesso 🙂 – che impressionava le folle ed incendiava gli animi degli italiani nello slalom gigante e speciale. Ha vinto tre ori nelle Olimpiadi invernali (1988, 1992) e la Coppa del Mondo di sci nel 1985 ed è il terzo miglior sciatore di sempre.

Quello che ricordo di lui era la sciata esplosiva, quasi seduta, con una capacità pressoché sovrannaturale di rialzarsi da posizioni improbabili per affrontare le curve. Per il suo carattere “guascone” era soprannominato “Tomba la Bomba”.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=v83azZAa7Nw[/youtube]

Evento: Olimpiadi invernali Calgary 1988, Alberto vince l’oro

 

9- La nazionale di pallanuoto

La storia della nazionale di pallanuoto (il Settebello) è lunga e comincia nel dopoguerra. L’epoca migliore – e quella che io ricordo 🙂 – comincia negli anni ’90 con l’arrivo dell’allenatore croato Ratko Rudic, che permette all’Italia di vincere Olimpiadi di Barcellona, 2 europei di fila ed il mondiale, tutti di fila.

Le vittorie del Settebello : 3 ori olimpici (1948, ’60, ’92), 2 campionati mondiali (1978, ’94), 1 coppa del mondo (1993), 3 europei (1947, ’93, ’95).

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=95aq2XHURs0[/youtube]

Evento: Olimpiadi di Barcellona 1992, il Settebello conquista l’oro



La controparte femminile del Settebello, il Setterosa, si è fatta valere anch’essa a ripetizione, infilando una serie di numerosi successi : 1 oro olimpico (2004), 2 mondiali (1998, 2001), 4 titoli europei (1995, ’97, ’99, 2003).

setterosa oro
Setterosa Oro 2004

Photo Credit: andreagorini.com

 

10- La nazionale di pallavolo

Quando da bambino guardavo le partite di pallavolo in TV e vedevo quei sovietici enormi e senza espressione sbaragliare gli avversari, mai mi sarei sognato che anche l’Italia un giorno sarebbe salita in cima al mondo.

Tra mondiali e World League, l’Italia ha dominato gli anni ’90. Unica pecca l’oro olimpico mancato nel ’92 contro una superba Olanda.  Vince 3 campionati mondiali di fila (1990, ’94, ’98) – primi nella storia -, 6 titoli europei (1989, ’93, ’95, ’99, 2003, ’05), 8 World League. In particolare, sotto la guida del geniale Julio Velasco, la nazionale si guadagna l’epiteto di Generazione di Fenomeni.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=w_wT7s3W1As[/youtube]

Evento: Italia 3 – 1 Cuba  Mondiali 1990, Brasile; l’Italia vince il primo titolo



In quest’ambito è obbligatorio metterci dentro anche le Azzurrine. Anche le donne hanno schiantato il mondo della pallavolo con potenza e grazia, aggiudicandosi i campionati mondiali nel 2002 … seguono vittorie alla coppa del Mondo (2007) e agli europei (2007, 2009).

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=C_ZIjF36BAw[/youtube]

Evento: Italia 3 – 2 USA  Mondiali 2002, Germania; l’Italia vince il primo titolo

 

11- Yuri Chechi

Soprannominato “Il signore degli Anelli”, Yuri si è distinto in una disciplina dove regnava lo strapotere degli atleti dei Paesi dell’Est, la ginnastica artistica. Sviluppa un fisico muscoloso e compatto, e delizia il pubblico con le sue imprese, coronando la sua carriera con l’oro olimpico di Atlanta 1996.

Colleziona tra l’altro un bronzo olimpico, 5 ori e 2 bronzi ai mondiali, 4 ori e 2 bronzi agli Europei.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=tW7OXPDXDe4[/youtube]

Evento: finale anelli Atlanta 1996, Yuri vince l’oro

 

12- Marco Pantani

Un altro eroe del ciclismo, di quelli che ha fatto palpitare i cuori di milioni di italiani : Marco Pantani, Il Pirata. Pantani era uno scalatore, uno di quelli che se ne vanno verso la cima della montagna lasciandosi il vuoto attorno. Una metafora della sua vita, costellata di trionfi e caduta in un baratro dal quale non usci più …

Del pirata voglio ricordare solo le vittorie al Giro d’Italia e al Tour de France nel 1998.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=VzO0DC3X7cs[/youtube]

Song: E mi alzo sui pedali, 2007, Stadio

… perché quelli come noi hanno voglia di sognare e io dal Passo del Pordoi chiudo gli occhi e vedo il mare …

 

13- Valentino Rossi

Istrionico e guascone, Valentino Rossi è uno dei piloti del Motomondiale che ha vinto di più. Valentino è noto anche per i suoi show a fine gara che ne fanno un personaggio da puro spettacolo in pista e fuori : i suoi soprannomi sono Rossifumi (per imitare i nomi giapponesi) e The Doctor.

Valentino Rossi ha vinto 9 titoli mondiali ed è stato l’unico a vincere in 4 categorie: nella 125 (1997), 250 (1999), 500 (2001), MotoGP (2002, ’03, ’04, ’05, ’08, ’09) .

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=DGTMRT4aMgg[/youtube]

Video: Valentino Rossi tribute

… Se rinasco voglio essere Valentino Rossi – Brad Pitt …

 

14- Valentina Vezzali

Valentina Vezzali è una spadaccina (anche se non si dice :-)) – specialista nel fioretto e membro delle Fiamme Oro (Polizia). Valentina è una delle atlete  più vincenti dello sport italiano e si può veramente dire che con le sue imprese “ha insegnato l’educazione” alle fiorettiste di tutto il mondo.

All’apparenza esile, la Vezzali ha una grinta smisurata ed una rapidità che le ha infatti permesso di fare incetta di medaglie per quasi 20 anni.

Dunque, Valentina è stata campionessa olimpica 3 volte di fila (2000, ’04, ’08). Ha vinto 5 mondiali (1999, 2001, ’03, ’05, ’07) , 5 europei (1998, ’99, 2001, ’09, 2010). Questo a livello individuale … a squadre (gareggiando insieme ad altre connazionali), ha vinto 2 ori olimpici, 7 mondiali e 4 europei.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=AUeQ9sYgPgw[/youtube]

Video: From Sidney to Paris,Valentina Vezzali’s tribute

 

15- Josefa Idem

Josefa Idem è una tedescona che fino a quando gareggia per la Germania Ovest (1984 – 1990) ottiene risultati discreti, non eclatanti, nel kayak individuale … poi si sposa con il suo allenatore italiano Guglielmo Guerrini (1990), e dal quel momento comincia la sua serie di trionfi … l’aria di casa nostra deve averle fatto bene 😀

Josefa acquisisce quindi la cittadinanza italiana e comincia a gareggiare per i colori azzurri, macinando vittorie ed avversarie. Per l’Italia vince un oro olimpico a Sidney (2000), 4 campionati mondiali (1990, ’91, ’98, 2001), 3 europei (1999, 2000, 2001).

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=LRneh4JL2pc[/youtube]

Video: la prestazione esplosiva, starring Josefa Idem 🙂

 

16- La nazionale di calcio

Il 2010 ed il 2011, a parte i trionfi dell’Inter, sono stati veramente anni di vacche magre per il calcio italiano. La Nazionale è stata spazzata via ai Mondiali in malo modo, esibendo le peggiori prestazioni della storia. Mettici poi che i club di serie A quest’anno sono stati frullati nelle Coppe Europee …

Per questo voglio ricordare il 1982 ed il 2006, gli anni dei trionfi degli Azzurri ai Mondiali di Spagna e di Germania rispettivamente. Che sia di buon auspicio per gli anni a venire 🙂

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=mqniGLbp7MI[/youtube]

Evento: Italia 3- 1 Germania, l’Italia vince i Mondiali di Spagna, 1982

… Campioni del Mondo, Campioni del Mondo, Campioni del Mondo …

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=QHOgXruqtWs[/youtube]

Evento: Italia 6 – 4 Francia (1 – 1 tempi reg.), l’Italia vince i Mondiali di Germania, 2006

… il cielo è blu sopra Berlino …



17- Armin Zoeggeler

Di lui si parla poco e niente, qualche notizia frettolosa al TG. Forse dovrebbe passare più tempo con i calciatori per farsi conoscere 🙂 Armin si cimenta nella discesa su slittino, una disciplina emozionante ma molto, molto rishiosa. In questa disciplina il nostro ha vinto 6 titoli mondiali e 10 coppe del mondo, risultando uno degli italiani più medagliati.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=DYMljJxRomw[/youtube]

Video: Armin “il Cannibale” Zoeggeler, campione di tutto 🙂

 

18- Giorgio Petrosyan

Qua sono di parte. Voglio portare l’attenzione su di un’altra categoria di atleti che passano inosservati su giornali e TV, ma che in quanto a fatica e sacrifici, non sono secondi a nessuno : kick-boxers e compagnia bella. Tante botte, soldi così così, grazie zero. E oggi grazie, a loro lo dico io 🙂

In rappresentanza di tutti quegli atleti che si fanno il mazzoh sul ring, ti presento il miglior atleta che il movimento marziale italiano ha prodotto negli ultimi anni, l’italo-armeno Giorgio Petrosyan.

Giorgio si è trasferito in Italia a 14 anni e qui ha cominciato a praticare la Muay-Thai a Gorizia, dove tutt’ora si allena. Ho avuto la fortuna di vederlo combattere a Trieste e mi aveva impressionato per la precisione delle sue tecniche. E’ infatti soprannominato “Il Chirurgo” (The Doctor) 🙂

Ha vinto due volte di fila il K-1 a Tokio combattendo davanti a decine di migliaia di persone. A mio avviso un evento significativo per tutta la categoria dei praticanti di sport da ring.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=9v352gwj5DY[/youtube]

Video: Giorgio Petrosyan trubute, K-1 Max 2009-2010

 

19- La nazionale di rugby

In questo caso non posso parlare di ori alle olimpiadi e titoli mondiali, ma per tutto il cuore e la grinta che la nostra nazionale mette in campo, mi sento in dovere di ricordare gli azzurri del rugby.

Se nel calcio in un modo o nell’altro le differenze tra gli squadroni e le squadrette si possono piallare, nel rugby è tutto un altro par di maniche … con sforzi immensi e tanta determinazione, però, il nostro movimento è riuscito pian piano a togliersi qualche soddisfazione in uno sport che ci ha sempre visti come squadra materasso.

L’ammissione a partecipare al torneo 5 Nazioni (ora 6 Nazioni) è stata la prima grande soddisfazione, la seconda è quella contro la Francia maturata il 12 marzo scorso. Ora brindiamo con lo spumante, bunga bunga :-D.

In mezzo molte delusioni e qualche sporadica vittoria – contro il Galles (2007) e la Scozia (2007, 2010). Vittorie degne di nota nel circuito mondiale: contro le isole Figi e Samoa.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=Ne8bCsXtTbU[/youtube]

Evento: Italia 22 – 21 Francia, 6 Nazioni 2011, 12/03/2011

 

(*) In tutto questo tripudio di onore e gloria, per alcuni atleti ho lasciato fuori argenti e bronzi perchè altrimenti la lista sarebbe diventata interminabile 😀

Mi auguro che le imprese di questi personaggi possano in qualche modo darti la carica

Perché ti ho parlato di gente a livello UFO ? Perché è questo genere di persone che spinge le altre a intraprendere uno sport e allenarsi… Perché se loro hanno potuto fare così tanto, pensa quanto poco può volerci per bruciare un pò di grasso corporeo e mettere su un pò di muscoli.

Questa è gente che ha lavorato per le prestazioni e la prestazione è ciò che farai bene a tenere a mente quando ti alleni per modellare il tuo fisico.

Intendo dire che non dovrai percorrere i 100 metri piani in 9 secondi o scalare le Alpi in bici in 5 ore, piuttosto fare più ripetizioni, correre più veloce, alzare pesi più consistenti, dove il record da battere lo stablisci tu : così ti assicurerai un fisico degno di nota, il fumo e l’arrosto 😀

… anche se non c’è nessuna olimpiade da vincere, nessun mondiale da conquistare, magari una piccola vittoria ci può scappare :-).



Quali sono gli atleti che secondo te si sono distinti per le loro doti fisico-atletiche o mentali ?

Hasta la proxima,

Simone Carozza

6 pensieri su “150 dell’Unità d’Italia : I Grandi Atleti dello Sport Italiano – [Special]

  1. >> tiziano e io ti ringrazio per il tuo bellissimo e preciso contributo !!! Le tris-tenniste mi sono scappate eheheeh 🙂

    Allora 20- Tennis Tris Rosa e ricordiamo la Schiavone e Pennetta.

    ‘chas gracias

  2. Ciao Simone, complimenti per il bellissimo special …
    come da te menzionato “la lista degli atleti presentati non può essere completa, ma ti presento quelli che secondo me hanno colpito l’immaginario collettivo e che più hanno solleticato il mio cervellino (e quelli che mi ricordo, eh)…..”
    Pertanto, visto che sei arrivato a menzionarne 19 ti propongo la

    20- TENNIS TRIS ROSA- 2006-2009-2010

    Vincere è difficile, confermarsi lo è ancora di più. E fare il tris? Un’impresa da ricordare. Per questo motivo è davvero arduo non considerare l’attuale selezione azzurra di Fed Cup una delle nazionali più forti della storia del nostro panorama sportivo. Prima ancora della vittoria di Schiavone al Roland Garros, prima del numero 1 di Pennetta nel ranking di doppio, le giocatrici italiane hanno fatto parlare di loro per i tre capolavori colti nella competizione a squadre. La prima vittoria, giunta nel settembre del 2006 a Charleroi e a seguire nel 2009 e nel 2010 sono arrivati i due successi contro gli Stati Uniti, prima a Reggio Calabria e poi in trasferta a San Diego. Un exploit indimenticabile che i nostri posteri tra 150 anni saranno ben lieti di ricordare.
    Tanti auguri ITALIA

I commenti sono chiusi.