5 Errori dei Plasmatori

Sgnerk ! Per onorare il Carnevale voglio parlare di una categoria di lavoratori particolare, quella del Plasmatore ©. Il Plasmatore © è quello che ti plasma, che ti istruisce, che ti prepara a fare qualcosa inondandoti con il suo tsunami di entusiasmo.

Ora non c’è più l’insegnante, non serve, c’è il Plasmatore ©, colui che ti darà tutti gli strumenti per raggiungere i tuoi obiettivi e cambiare la tua vita. Con il Plasmatore ©, lo Yacht di Abrahamovic e Bar Israeli non sono più un incub … un miraggio.  Grazie, sono commosso.

E tra tanti commoventi ed ineluttabili paladini del tuo benessere psico-fisico e finanziario, ce ne sono alcuni che fanno delle cose che cozzano proprio con la ricerca del benessere psico-fisico …

Queste sono alcune delle cose strambe che vedo io, mi auguro di fare un favore a chi fa questa professione. So che quelli veri questo blog neanche lo leggono e, al limite, si fanno una risata.

 

Errore del Plasmatore © #1 : “Sono Ulpio Pannoletti e ti saluto con la mano alzata”

… o con la gamba. Scusa ma … non si vede ?

Ho cambiato il nome e l’espressione, perché qualche diseducatore smascherato potrebbe avere un attacco di bile e fingersi il giustiziere di mezzogiorno per spaventarmi, ma la sostanza è quella.

Ti affanni a dover dire a tutti i costi quello che stai facendo perché “così trasferisci il concetto al pubblico”. Tranqui. Pensi che il tuo pubblico sia costituito da non vedenti ? Ahia. Il pubblico ti sente a pelle, a maggior ragione i non vedenti, che sono ancora più bravi a capire il tuo vero stato d’animo.

Se sei convinto di quello che proponi, non ci sarà bisogno di strapparti i capelli per farmi capire che sei contento di essere lì e fare quello che stai facendo. Al limite recluta come spalla una di quelle signore calabresi che piangono ai funerali o un attore della tragedia napoletana.

 

If you can see this, then you might need a Flash Player upgrade or you need to install Flash Player if it's missing. Get Flash Player from Adobe.

Video : Mario Merola – ‘E figl so piezz ‘e core

 

… ma stai attento a non finire su Tele-Facocero 57 a promuovere ferri da stiro in neoprene.

 

Errore del Plasmatore © #2 : atteggiamento Tu-vuò-fà-lamerican’

Eccolo. Tra uno scroscio di “Sìììì !”, una foresta di pollici in su alla John Wayne, e schiere di faccendieri con bocche profumate ai sigari cubani fumanti, entra in scena Mister Uonderful a bordo di una portaerei di 630 metri pronto per salvare l’umanità disperata ed in cerca del salvatore.

Confesso che fino a qualche anno fa uno dei miei sogni di giovane uomo ansioso di attirare l’attenzione ed impressionare le cicce era attraccare sulla riva della Piazza Grande di Trieste a bordo di un sottomarino classe Tifone. Che è russo, ma la sostanza è quella. Poi, però, mi è passata.

Cosa significa in realtà tu-vuò-fà-lamerican’ ?

Significa voler assomigliare a qualcun altro, qualcuno percepito più importante e “migliore”, come Mister Uonderful. Significa l’incapacità di riconoscere i propri punti di forza. Significa anche fare il passo più lungo della gamba, simulando ciò che non si è.

Significa citare sempre ed in continuazione gli americani … caspio, ma non ne conosci di italiani/europei che hanno detto qualcosa degno di nota ?

Il maestro Tabish dice che

di autostima è meglio averne troppa che troppo poca,

e un pò a tutti fa bene costruire una sana sicurezza ed opinione di sé.

Infatti cercare sempre all’esterno le soluzioni ti fa dimenticare come magari tu stesso sia capace di grandi cose e ti porta a scimmiottare persone estremamente diverse da te, che puntano sui propri punti i forza. Tu punta sui tuoi.

Per il tu-vuò-fà-lamerican’ deve essere tutto esagerato, tutto enorme, tutto al massimo, tutto veloce. Sempre. Gasp !

 

If you can see this, then you might need a Flash Player upgrade or you need to install Flash Player if it's missing. Get Flash Player from Adobe.

Video : James Brown – Living in America (Rocky IV) 198580sguy38

Ora, se da una parte è assurdo odiare una persona perché è talmente sicura di sé da volerlo gridare al mondo, anche ballando – come Apollo Creed in Rocky IV – dall’altra un personaggio del genere quando cade si fa un male pazzesco. Un’esperienza devastante.

Autostima non significa trascurare di mettere le reti di sicurezza e sottovalutare il prossimo.

Prima o poi un Ivan Drago venuto da chissaddove [scusa scrittore] potrebbe romperti il kooloh senza fiatare. Ivan Drago è un potente ed inaspettato imprevisto, non per forza un essere umano con guantoni d’acciaio.

L’esempio più lampante dell’atteggiamento tu-vuò-fà-lamercan’ è quello di alcuni venditori online, che ad esempio si permettono certi giudizi sulle università italiane solo perché qualche markettaro gringo con un sensibilissimo fiuto per gli affari – e per la frustrazione di chi non ha un titolo di studio – ha detto che le università sono indietro.

Tutte le università ? In alcune università italiane ci sono centri di eccellenza. E a Trieste ci sono la SISSA e l’ICTP.

Chissà come mai, poi, nelle università straniere non si contano gli italiani pagati profumatamente a capo di prestigiosi gruppi di ricerca. Eh, ma “così restano degli schiavi perché non perseguono la propria libertà finanziaria …” Mah, se libertà è correre dietro ai soldi fregandosene dei sentimenti e delle esigenze altrui …

 

If you can see this, then you might need a Flash Player upgrade or you need to install Flash Player if it's missing. Get Flash Player from Adobe.

Video : La Corsa alla Libertà Finanziaria

Alla fine, con tutto il rispetto per i gringos – ciò, un sacco di roba viene dagli USA [grazie] – prendiamo il buono e andiamo avanti, noi non siamo americani. Siamo europei, siamo latini. L’abbiamo scoperta ed inventata noi Lamerica. Sì, senza apostrofo.

“Eh ma tu vuoi fare l’argentino”. Io ho una marea di parenti in Argentina, ho passato due anni della mia vita in mezzo a degli argentini, sono in costante contatto con degli argentini. Io sono intriso di Argentina

L’errore più grande dei personaggi all’Apollo Creed – e di tutti i suoi imitatori, cioè i tu-vuò-fà-lamerican’ – è il non riuscire a riconoscere che il troppo stroppia.

Quando è troppo ? Quando il corpo ti dice attraverso il dolore che c’è qualcosa che non va – e quando c’è il dolore è già tardi … Quando pensi che su questa Terra ci sei soltanto tu.

Un giorno, anche il Sole si spegnerà.

 

Errore del Plasmatore © #3 : Sono molto eccitato per …

Una conseguenza della sindrome del tu-vuò-fà-lamerican’ : prendere pari pari i modi dire americani e tradurli in italiano.

I gringos dicono “I’m very excited to …”. Quando un plasmatore trafelato e isterico mi dice “sono molto eccitato per …” mi porta a immaginare, scusa il paragone, uno con il punteruolo in mano o con un dispositivo vibratorio infilato dove non batte il sole. Bleah !

Gli americani sono fatti a modo loro, parlano a modo loro e, forse, va bene così. Noi non siamo americani.

E tutto quel falso entusiasmo … dai, sii onesto con te stesso. Simulare di essere felice, entusiasta e pieno di
energie quando il tuo corpo dice che sei preoccupato, scazzato, stressato … ti fa male, molto male.

 

If you can see this, then you might need a Flash Player upgrade or you need to install Flash Player if it's missing. Get Flash Player from Adobe.

Video : Ridi O Muori

 

Quanto pensi di durare ?

pescivendoloI plasmatori sprizza-energia sono protési all’esterno, sono scentrati. Sicurezza ? Macché. Sempre obbligati a dimostrare qualcosa, manifestano solo una serie infinita di problemi.

Sei costretto ad agitarti come il pescivendolo di Bello Mare perché altrimenti la gente si addormenta alle tue presentazioni ? Sii contento ed energico e non ci sarà bisogno di drogare il tuo pubblico di caffeina.

“Prenditi una pastiglia” : prenditi del tempo per fermarti. Fermati un pò e stattene in santa pace, in tranquillità.

 

 

Errore del Plasmatore © #4 : Non essere mai sceso/a in campo

Non me ne vogliano male, ma ce ne sono alcuni, nonostante pare sappiano molte cose, il cui essere trasuda “sfiga” pura.

Con questo non voglio dire che io sia meglio di Sean Connery in Goldfinger, ma si vede che alcuni di questi non hanno mai messo in pratica ciò che hanno imparato, mentre pontificano dai propri blog atteggiandosi a superstar.

 

If you can see this, then you might need a Flash Player upgrade or you need to install Flash Player if it's missing. Get Flash Player from Adobe.

Video : Lei è una superstar ma non si nasconde dietro ad un PC

 

Quella sfiga di cui parlo deriva dal non aver fatto propri quei concetti di leadership ed autorità personale di cui tanto parlano. Si vede che non sono mai usciti dall’aula e intimamente temono di essere sgamati.

E al giorno d’oggi, con internet che la fa da padrona, mettici anche i plasmatori online, alcuni dei quali non hanno
nemmeno mai abbandonato la tastiera del loro PC. Non basta prendere 7 riviste di kung-fu foggiano per diventare esperto di arti marziali e battere il maestro Uddatieddi in una gara col coltello.

Sarai bravissimo/a a reperire tutte le informazioni possibili, anche nel “suscitare emozioni”, ma ciò non è paragonabile ad averle vissute. Una collezione di bottiglie vuote. Bocciato.

A scriver equazioni semo tuti leoni – Prof. G.F.

Voi parlate, io gioco, no problem – Z.Imbrahimovic

 

Errore del Plasmatore © #5 : Lo Scripting Cerebro Tattile

Un altro errore del Plasmatore © è l’uso smodato dello Scripting Cerebro Tattile. Siccome di siti e corsi che vendono lo SCT ce ne sono a pacchi, non occorre che io faccia ulteriore pubblicità.

In particolare, l’errore sta nel ricorso al “modellamento”. Chiamiamo il modellamento, o ricalco, col proprio nome : copiare. “Eh, ma parlare in questi termini dello scodellamento vuol dire non aver capito niente dello SCT !” Basta vedere come si comportano i diseducatori smascherati per capire che è abbastanza.

Quando non sai come agire per risolvere un problema, prendi ispirazione e copi un modello, ma ad un certo punto, cammini con le tue gambe.

 

If you can see this, then you might need a Flash Player upgrade or you need to install Flash Player if it's missing. Get Flash Player from Adobe.

Video : modellare l’argilla

 

Modellare sempre e comunque è perverso. Nei confronti di chi ci ricorre.

Tornando all’errore #1, l’incapacità di riconoscere di avere dei punti di forza è base per atteggiamenti perversi nei tuoi confronti. Perversi perché ti illudi di aver trovato una soluzioneIl menestrello rivela di persone devastate dallo SCT e dai danni del dover sempre mentire a se stessi.

E quando invece scopri che non hai risolto i tuoi problemi e trovi qualcuno che li porta a galla, crolli e te la prendi con chi credi abbia più di te. Ti crei dei capri espiatori.

 

Bene, dopo aver detto tutto questo mi auguro di non diventare il bersaglio di qualche campagna di diffamazione né di ricevere a casa qualche testa di cavallo mozzata. Almeno mandatemene uno intero, vivo e vegeto. Ah, sì, per il cane sciolto che scorazza sui social media suggerisco una seduta con Cesar Millan. No coda di paglia.

 

Hasta La Proxima,

Simone Carozza