Archivi categoria: stretching

Come costruire un Posteriore da Centometrista senza alzare un Peso [Parte 2]

Uazz ! Riprendo l’articolo Come costruire un Posteriore da Centometrista senza alzare un Peso (Parte 1). Nella prima parte ti ho illustrato alcuni mezzi per tornire la parte posteriore delle tue gambe : le contrazioni isometriche e gli sprint.

Hai visto che con la contrazioni isometriche puoi sviluppare muscoli muscoli forti e densi e che con gli sprint puoi innescare nelle tue gambe potenti trasformazioni trascurate dagli encerrados della teoria non confortata dalla pratica : aumento innegabile del numero di fibre veloci e inesorabile aumento della massa muscolare. E ti ho fatto vedere alcuni esercizi non convenzionali per il tuo lato B ed alcuni schemi d’esempio.

Oggi continuo con i parenti degli sprint, quelli in salita, i salti in basso e lo stretching. Così hai altri mezzi per continuare a saltare incontenibile come un fringuello [anche alla soglia dei 37 anni :-D] e sedurre le donzelle di Ac-chiappa-mi Beach senza dover comprare la Ferrari. Si comincia !

 

Continua la lettura di Come costruire un Posteriore da Centometrista senza alzare un Peso [Parte 2]

Flessibilità ed Energia

Ciao, ieri sono stato ad uno stage introduttivo di Reiki con il maestro Tabish (che personaggio…). La Reiki è una disciplina di auto-guarigione basata sulla capacità dell’essere umano di fare da ponte tra l’energia universale e l’organismo (tuo o di qualcun altro).

Diciamo che è una pratica esoterica, in realtà è piuttosto semplide e sicura. Ad ogni modo, se queste pratiche ti sembrano “voodoo” e non fanno per te, sappi che puoi intanto scegliere un’altra strada, quella del fitness. Già, perchè l’attività fisica ti aiuta a stare meglio ed a mobilitare le tue risorse psico-fisiche… magari aiutandoti a liberarti di qualche acciacco 🙂

In quest’ambito voglio parlarti ancora della flessibilità.

Continua la lettura di Flessibilità ed Energia

Flessibilità e forma fisica

Penso che un corpo in grande forma fisica non possa fare a meno di una notevole flessibilità – anche denominata più o meno a ragione “mobilità articolare”.

La flessibilità è la capacità e qualità  che permette ad un atleta di eseguire movimenti di grande ampiezza, in una o più articolazioni, con le proprie forze o grazie all’intervento di forze esterne. Al giorno d’oggi l’allenamento della flessibilità viene chiamato stretching.

La flessibilità rappresenta la base per una migliore esecuzione del movimento dal punto di vista quantitativo e qualitativo. A seconda della disciplina da te praticata, l’avere una grande flessibilità influisce positivamente sui fattori fisici della tua performance, quali forza, potenza, velocità e sui fondamentali tecnici.
Continua la lettura di Flessibilità e forma fisica